• |
  • IT
  • EN
  • ES
  • © mario nanni

cosa stai cercando?

illuminare la luce, 2017

illuminare la luce

entro,
lascio il mio presente,
vengo nel tuo passato.
la luce mi accompagna, mi segue.
la mia ombra mi precede, mi guida verso il tuo lavoro.
si allunga timorosa e riverente,
mentre il sole cala a ponente.
mi avvicino, ascolto il luogo con gli occhi pieni di devozione.
tu, scultore, pittore, architetto, poeta, genio inquieto,
grande ricercatore di bellezza,
tu, che vivevi per lavorare e lavoravi per il tuo piacere.
tu, che toglievi marmo al marmo per liberarne la luce.
tu, creatore di giganti dalle linee morbide e sensuali,
potenza custodita nella materia.
ti penso,
mentre al lume di sego
lavoravi tutta la notte aspettando la luce dell’aurora
che fi ltrava dalla fi nestra a levante.
i colpi del mazzuolo rimbombavano forti e lenti,
mentre studiavi le ombre della barba
che si attorcigliava intorno al volto solenne
di chi ha incontrato la luce assoluta.
tu che hai dato la luce a chi ha illuminato gli uomini,
potrai essere illuminato?
la mia luce sia l’adunanza
delle tue forme scalpellate,
la convocazione di tutte le veglie premiate.
luce naturale e luce artifi ciale creino un dialogo,
si fondano in un principio spirituale di luce divina
posata sulle morbide pieghe
e le sensuali insenature, sapientemente dipinta. and seductive recesses, wisely painted.
i dettagli che hai lasciato al segno della raspa the details you left to the rasp’s scar
si nascondano alla leggerezza della luce
che esalta le parti levigate sotto il peso del piombo.
noi andiamo verso il futuro
mentre la bellezza resta,
eterno presente